Serena Ferrara Official Website
Cantante -Vocal Coach

Foto Kemana
Kemana
In lingua indonesiana con il termine Kemana chiediamo a qualcuno “dove sta andando”.
Il suono di questo progetto non ha un luogo definito, ma è in viaggio. Attinge da paesaggi musicali di tutto il mondo, ne esplora i ritmi, ne assapora le lingue, ne ricerca le timbriche. Ecco dove stiamo andando: ovunque.

Il gruppo nasce alla fine del 2017 ed è composto da:
Serena Ferrara - voce
Simone Mor - chitarra
Dudù Kouate - percussioni
Daniela Savoldi – violoncello

Il repertorio live è composto da brani originali ai quali si aggiungono rielaborazioni di alcuni capolavori della world music.

Foto Elephant Claps
Elephant Claps
Mila Trani - soprano
Serena Ferrara - mezzo
Naima Faraò - contralto
Gianmarco Trevisan - tenore
Matteo Rossetti - basso
Andre Michel Arraiz – beat box


Elephant claps ha orecchie progettate per catturare melodie,
zampe che marcano multigroove e una proboscide polifonica.
E' un pachiderma che ha base a Milano, nato dall'incontro di 6 esseri musicali
che alternano ritmi e colori afro-funk-reggae-soul-latin-jazz usando soltanto aria, pressione e corde vocali.
3 voci femminili+ 2 voci maschili+ beatbox.


Per saperne di più clicca qui
Foto Zancle
Zancle
E' uscito Zancle. Nuovo progetto discografico prodotto insieme a Luca Dell'Anna e Ivo Barbieri Tanti ospiti, storie, colori, suoni e luoghi Potete acquistarlo qui: https://itunes.apple.com/us/album/zancle/id640353491 http://www.amazon.com/Zancle/dp/B00CIYS4YU Buon ascolto! Serena Ferrara -­‐ voce -­‐ Luca Dell’Anna -­‐ pianoforte -­‐ Ivo Barbieri -­‐ contrabbasso -­‐ feat Israel Varela -­‐ batteria -­‐ Guests : Jorge Pardo / Marco Scipione -­‐ flauto -­‐ Adam Rapa -­‐ tromba -­‐ Daniele Epifani -­‐ chitarra/charango -­‐ Marjia Drincic -­‐ violoncello – Sergio Paladino -­‐ voce narrante -­‐ Zancle (antico nome greco della città di Messina) è un progetto dedicato al sud del mondo. E’ un viaggio che ha il suo centro nel cuore del mediterraneo e ci porta dall’isola siciliana in Andalusia, dall’Africa all’Argentina fino al sud dell’India. La comune matrice jazzistica che si ritrova nella scelta dei suoni, nell’interplay e nello spirito improvvisativo, trova respiro tra i colori della musica etnica e popolare. Il filo conduttore dei brani, quasi tutti inediti, sono i testi che narrano di leggende, miti, racconti ispirati a diverse tradizioni e in particolare a quella siciliana. Da Cola Pisci ad esempio, l’eroe che secondo la leggenda si trova in fondo al mare a reggere una delle tre colonne su cui poggia la Sicilia, a Cor de Rosa, una fata a cui ha dato vita il poeta F. Pessoa, che giunge sulla terra ogni notte per far addormentare e sognare i bambini, o Angamene, ispirato al mito della Fata Morgana e fenomeno ottico che si può osservare ancora oggi nello stretto di Messina. L'album vede la partecipazione in tutte le tracce di Israel Varela alla batteria, musicista di origine messicana conosciuto per le sue collaborazioni con artisti come Pat Metheny, Mike Stern, Charlie Haden, Diego Amador, Pino Daniele e numerosi altri. Altri grandi ospiti sono inclusi nel disco, come Jorge Pardo al flauto (Chick Corea e Paco De Lucia fra le sue collaborazioni principali), Adam Rapa alla tromba, riconosciuto in tutto il mondo per la sua eccezionale maestria, Daniele Epifani alla chitarra e charango, Marija Drincic al violoncello, Marco Scipione al flauto, l'arrangiatore Enzo Romano, l'attore Sergio Paladino alla voce narrante (‘Occhio a quei due’ di Carmine Elia e ‘Baarìa’ di Giuseppe Tornatore), Daniel Kollé (che ha scritto le lyrics in duala, dialetto del Camerun, di "Angamene"). In "Zancle", le differenti esperienze dei musicisti si mescolano in una vibrante, poetica e potente esperienza di word-jazz 

Per saperne di più clicca qui
Foto Ensemble da Favola - Musica Maestro!
Ensemble da Favola - Musica Maestro!
Il ruolo che la musica e le canzoni hanno sempre avuto nei capolavori dell’animazione Disney è quello di co-protagonista e guida nella storia: sin dai suoi esordi, infatti, Disney ha creato una canzone per ciascun stato d’animo o sentimento, utilizzando i più diversi stili musicali, dalla musica classica alla musica popolare, dal jazz al blues… Proprio per avvicinare il pubblico dei più piccini (ma non solo!) a questa incredibile varietà di stili e alla magia dei diversi strumenti musicali, l'Ensemble da Favola ha riunito nell'esuberante "lezione-concerto" dal titolo Musica Maestro! alcuni brani indimenticabili, tra i più rappresentativi dei diversi generi musicali. I brani, riarrangiati per l'occasione da un ensemble di 8 elementi (trio d'archi, arpa, flauto traverso, sax, batteria, voce) e guidati dai coinvolgenti interventi esplicativi di un'attrice clown, sono in grado di rendere l'apprendimento della musica estremamente divertente!

Per saperne di più clicca qui
Foto La Fabbrica del Gess - S/Concerto
La Fabbrica del Gess - S/Concerto
La struttura dello “S/Concerto” consiste in un uno spettacolo misto, un incontro tra musica e letteratura, in un susseguirsi di poesie o brani di narrativa sottolineati da commenti sonori e all'alternarsi di brani musicali appartenenti al repertorio delle colonne sonore da film, che ne rispettino l’onda emotiva. L’elemento portante del nostro spettacolo è infatti l’emozione. Quest’ultima è un fattore fortemente personale: le sensazioni provocate dall’ascolto di un brano o dalla lettura di un libro sono sempre soggettive e variano in base all’ascoltatore e alle circostanze.
La musica, di per sé, è un linguaggio artistico estremamente comunicativo, anche se non così preciso come la poesia o il brano di narrativa, capaci di evocare nel lettore immagini e situazioni definite. Entrambe le forme di espressione possono però cercare di esprimere in modi diversi la stessa sensazione. Quest’ultima osservazione è alla base dell’idea dello “S/Concerto”: non si tratta di una mera esecuzione di una melodia presentata in modo più o meno intrigante, si tratta di proporre un’emozione utilizzando il linguaggio musicale, e di ripresentarla, secondo il nostro punto di vista, tramite il linguaggio letterario.

Questo piccolo miracolo è reso possibile da una varietà estrema di strumentazione, che comprende una cantante, una sezione di archi (violino, viola, violoncello), una sezione di fiati (tromba·flicorno, sax·clarino·flauto·flauti etnici) ed una sezione ritmica (pianoforte·tastiere, chitarra, basso acustico, batteria·percussioni).
L’ottima preparazione dei musicisti e la diversa estrazione musicale garantiscono esecuzioni ad altissimo livello tecnico ed artistico

Per saperne di più clicca qui
Foto Deacustica
Deacustica
Immaginate una musica suggestiva ed emozionante...
Adesso immaginate dei colori, delle forme...
Ora seguitele danzare, muoversi, evolversi in armonia con la musica in un crescendo straordinario..
Questo sono i Deacustica.

Un nuovo concept di spettacolo, uno show inedito, tecnologico e moderno, fondato sulla perfetta unione di musica ed arte visiva...
Le atmosfere, i colori, le forme reagiscono ed interagiscono in tempo reale con la musica, creando un'atmosfera unica dove le immagini "catturano il momento" permettendo allo spettacolo di essere sempre diverso e ricco di sfumature mai uguali.

Un repertorio musicale completo e versatile di successi internazionali ed italiani finemente reinterpretati in chiave moderna ed acustica, mai scontato,coinvolgente senza mai essere invadente, in grado di emozionare con la sua spettacolare originalità.

In questo mondo di luci il magico suono delle chitarre diventa un tappeto ideale per la straordinaria ed emozionante voce di Serena Ferrara.

Per saperne di più clicca qui
Foto Artchipel Orchestra
Artchipel Orchestra
"Artchipel Orchestra è un arcipelago sonoro (così la definisce Faraò): alcune "isole" cambiano di volta in volta, ma il risultato finale è sempre di forte identità e di grande impatto scenico. La formazione è caratterizzata inoltre dalla trasversalità, anche anagrafica. L'Orchestra dà spazio a giovani musicisti di talento, che hanno finalmente occasione di suonare accanto a nomi autorevoli del jazz italiano. Anche per questo è da considerare come una sorta di vivaio e i suoi concerti live nei club sono da intendere come un laboratorio permanente, quasi una prova aperta, che mantiene salda l'armonia tra i numerosi componenti dell'orchestra e viva la tensione del pubblico. Artchipel Orchestra è dunque un progetto in divenire e in rapida crescita, un esperimento del jazz italiano che sta dando ottimi risultati di gradimento presso il pubblico e la critica

In uscita nella primavera 2012 il nuovo lavoro dell'Artchipel Orchestra 'Never Odd or Even', feat. Phil Miller

Per saperne di più clicca qui
Illustrazione di Riccardo Guasco